8 settembre 1943
.: Torna alla introduzione .: Programma  


Norberto Bobbio


La guerra partigiana ha anche quest'altro carattere, di essere un'impresa collettiva e anonima. Se c'è un protagonista, questo è la «gente» (anche «popolo» è parola troppo solenne e in fin dei conti enfatica). Dominante e illuminante ancora una volta è l'idea morale che sta dietro al comportamento degli uomini che agiscono in quel modo, vivono quella insolita vita, combattono e muoiono, per aver fatto una scelta di cui ciascuno porta su se stesso tutta intera la responsabilità: una di quelle idee morali, che poi permettono, a cose fatte, di dare un senso alla storia, e quindi di parlare sensatamente di grandezza e di decadenza delle nazioni, di svolte, di ritorni, di salti in avanti o di arretramenti.

Norberto Bobbio in: Premessa a Dante Livio Bianco, Guerra partigiana, Torino, Einaudi, 1973, p. IX.

 

 

 

 

 

MENU'

:: Oltre il ponte


:: Cronologia

:: Le forze in campo

:: Testimonianze

:: Le motivazioni

:: Resistenza e letteratura

:: La preghiera del ribelle

:: Galleria d'immagini

:: Canzoni

::Bibliografia

::Filmografia

:: Links

:: Credits

:: Contatti

©it.city S.p.A. - Servizi informatici aziendali